Conto alla rovescia sulla chiusura dell’inchiesta relativa a Girgenti Acque

Conto alla rovescia in merito alla chiusura dell’inchiesta relativa a Girgenti Acque. Intanto si sta approfondendo qualche aspetto e tra qualche settimana scadrà l’ultima proroga concessa a giugno per via dell’evoluzione dell’indagine. Si sono aggiunti nuovi elementi ed il numero degli indagati è salito. Come riporta il quotidiano La Sicilia, da quello che trapela dagli ambienti investigativi è che dietro al presunto sistema Girgenti Acque ci sarebbe stato un ingranaggio ben collaudato poggiato su un presunto scambio di favori.

Intanto il gruppo dirigente, i lavoratori ed i collaboratori di Girgenti Acque S.p.A. manifestano la propria solidarietà nei confronti del Presidente Marco Campione che ha sempre dimostrato– si legge in un comunicato- anche nel difficile momento che lo ha portato alla scelta di rassegnare le proprie dimissioni grande rispetto nei confronti delle regole e delle Istituzioni.

“E’ doveroso rivendicare- continua il documento- l’integrità morale e professionale di Marco Campione e di tutti coloro che incessantemente hanno prestato e continuano a prestare quotidianamente, con abnegazione, professionalità e trasparenza, la loro opera nello svolgimento di un servizio pubblico essenziale a favore della collettività. L’esperienza e la competenza, acquisite e sviluppate in questi anni di gestione dal personale della Società (ognuno con la propria funzione), non devono essere vanificate in quanto costituiscono un patrimonio professionale indispensabile per la gestione del servizio idrico integrato a beneficio della collettività della Provincia di Agrigento”.