Tappa nell’agrigentino per Conte: il voto in Sicilia andra’ meglio per il M5s

Giuseppe Conte fa tappa a Favara e Porto Empedocle in vista del voto per le comunali. Nella cittadina marinara a sostegno della sindaca uscente, la candidata Ida Carmina. Nella prima mattinata era stato a Favara accompagnato tra gli altri dal viceministro Cancelleri e dal deputato Filippo Perconti.
“Non credo che il voto nelle grandi citta’ possa influire in Sicilia”. Secondo il leader del M5s, Giuseppe Conte, intervenuto a un evento elettorale in vista delle amministrative a Favara, a sostegno del candidato a sindaco Antonio Palumbo, il Movimento cinque stelle nell’Isola non risentira’ del flop nelle grandi citta’. “In Sicilia – ha aggiunto – ci sono delle attenzioni locali e delle sensibilita’ territoriali e non credo affatto che un’onda nazionale possa essere determinante. Inoltre, qui in Sicilia, come in ambito nazionale, siamo riusciti a convergere su coalizioni, in particolare col Pd e liste civiche, piu’ raramente siamo andati da soli, e siamo pronti a misurarci con la competizione elettorale”. Piccola CONTEstazione: “Presidente, cosa sei venuto a fare? Non c’e’ una lista del Movimento cinque stelle”, ha gridato un gruppetto di attivisti che lamentava la mancata presentazione di una lista del Movimento. Una polemica durata alcuni minuti che l’ex premier ha dribblato e che e’ rientrata prima dell’inizio del comizio.
Dire che non c’e’ alcuno spazio per il fascismo e’ una bella affermazione di principio che merita rispetto, ma bisogna essere conseguenti. Bisogna prendere le distanze dalle persone coinvolte, e mi risulta che una persona coinvolta sia stata eletta a Milano. Non e’ che si possono fare solo affermazioni di principio”. Lo ha detto il presidente del M5s Giuseppe Conte, a Favara, nell’Agrigentino, sulle dichiarazioni di Giorgia Meloni, che ha detto “in FdI non c’e’ razzismo, antisemitismo e nostalgie”.