Consiglio Comunale, Muglia: “I Comuni pagano solo gli stipendi, basta malaburocrazia”

L’Assessore Massimo Muglia si scaglia contro l’inefficienza burocratica, ormai i comuni servono solo a pagare gli stipendi

Di fronte a questioni come servizi ai cittadini, cittadinanze onorarie, tempi biblici per il rilascio delle carte d’identità, l’Assessore Massimo Muglia invita tutti a puntare il dito contro il vero e comune nemico: l’inefficienza burocratica.
Il tentativo di Muglia è superare il confronto tra maggioranza e opposizioni per individuare ciò che sarebbe l’autentico male di questo periodo storico-politico.

L’Assessore afferma che ormai gli Enti non forniscono più i necessari servizi ai cittadini, ma pensano solo a pagare gli stipendi; sia quelli dei dipendenti e dirigenti, sia quelli della classe politica. L’attacco al potere burocratico è stato un tentativo di mettere tutti dalla stessa parte, tentativo non riuscito fino in fondo visto che qualcuno accusava Muglia di trattare argomenti che esulavano dai temi trattati in aula. Queste le parole di Muglia così come riportate da La Sicilia:

“In questa aula tutti facciamo il bene della città, bisogna ribaltare la dialettica degli organi rappresentativi che non dovrà più essere tra maggioranza ed opposizione ma tra la politica e la sua parte avversa, cioè l’inefficienza, la malvessazione, il non voler lavorare, il non voler fare l’interesse comune. Ma chi è il“nemico? Spesso l’inefficienza è la burocrazia”