Comunicato Museo Diffuso dei 5 Sensi

“In un momento storico in cui il mondo è costretto a rallentare, con gravi conseguenze per economia e famiglie, come Museo Diffuso dei 5 Sensi stiamo lavorando senza sosta, con l’atteggiamento di chi non dispera ma, consapevole delle difficoltà ed incognite del futuro, si attiva per non farsi trovare impreparato: oggi più che mai dobbiamo pensare allo sviluppo del nostro territorio e di tutte le sue peculiarità, senza improvvisazione ed INSIEME!

Ecco perché  insistiamo e lavoriamo per un rilancio della COMUNITÀ, attraverso la NARRAZIONE di noi stessi, con METODO e con il coinvolgimento delle giuste COMPETENZE nei ruoli giusti: questi sono da sempre i principi alla base di tutto il nostro progetto di sviluppo sostenibile del nostro territorio”– afferma la presidente dell’Ecomuseo Viviana Rizzuto.

E cosi, in piena emergenza Coronavirus, il Museo Diffuso dei 5 Sensi dà vita alla Cooperativa di Comunità dal nome “Identità e Bellezza”, con atto firmato ieri mattina a Sciacca, per puntare con ancora maggiore vigore ed organizzazione proprio su quel settore che più di tutti soffre le conseguenze della crisi sanitaria che stiamo vivendo a livello internazionale: il turismo.

“Perché Sciacca – continua la Rizzuto- “se vuole gettare basi solide e certe di sviluppo, lavoro, crescita per il proprio territorio DEVE puntare su un turismo di qualità. Fatto di emozioni da condividere, di relazioni umane, di esperienze del fare che pongono il turista al centro di momenti di vita autentici e tipicamente sciacchitani. In uno scambio continuo che arricchisce tutti: chi arriva e chi accoglie.”

Della Cooperativa di Comunità fanno parte oggi oltre 20 strutture ricettive, 18 maestri ceramisti, il consorzio Corallo di Sciacca, oltre 40 commercianti del consorzio “Spazio Centro”, i gestori di siti museali, oltre 40 associazioni culturali di Sciacca, ristoranti, pizzerie, bar e pub…

La Cooperativa, oltre al CDA che vede al suo interno la presenza straordinaria del giornalista e conduttore RAI Emilio Casalini autore del programma “Generazione Bellezza”… avrà altri 2 organi sociali: il Management Board costituito da giovani talentuosi con la voglia di fare e farlo per la propria comunità: ed il Supervisory BOARD – o Comitato Etico – costituito dai rappresentanti di tutti i soggetti che hanno siglato protocolli di intesa col Museo diffuso.

“Se c’è una cosa che questo periodo folle ci ha insegnato – conclude la Rizzuto – è che da soli non si va da nessuna parte.  E allora, anche nella ripresa – che ARRIVERÀ, è solo questione di tempo! – tutte le energie dovranno essere convogliate in una sola direzione e si dovrà ragionare da COMUNITÀ. Da singoli individui muoveremmo solo piccoli, sordi, traballanti passi.  INSIEME invece ogni sfida è possibile.

Sarà difficile? SI.

Ma sarà anche EMOZIONANTE, perché questa volta non saremo soli,

Sarà la SFIDA di un’INTERA COMUNITÀ: la NOSTRA.

 

Sarà la nostra sfida, la nostra OCCASIONE per disegnare un presente e futuro migliori. Senza chiacchiere. Solo azioni, studiate, efficaci, giuste.”