Colpi di pistola contro l’auto, e il magazzino: intimidito imprenditore

Tre colpi di pistola sono stati esplosi all’indirizzo della Jeep, e del magazzino, di proprietà di un quarantaseienne, imprenditore edile, di Favara. Un colpo di pistola ha raggiunto la macchina, e uno il telaio della saracinesca di ferro del garage, al piano terra dello stabile, davanti al quale il mezzo era stato lasciato parcheggiato. Complessivamente tre i colpi esplosi, in una strada di Favara, perché tre sono stati i bossoli di una calibro 7,65, ritrovati a terra.

A fare la scoperta, domenica mattina, è stato lo stesso imprenditore, che ai carabinieri della Tenenza di Favara, ha riferito di avere ritrovato un foro, provocato da un’arma da sparo, sullo sportello anteriore destro della propria Jeep. Subito è scattato il sopralluogo dei militari dell’Arma, durante il quale, per strada, nelle adiacenze del veicolo, hanno rinvenuto tre bossoli di una calibro 7,65. Bossoli che sono stati sequestrati, e che dovranno adesso essere esaminati.

All’interno dell’abitacolo della macchina è stata, poi, ritrovata un’ogiva deformata, e un ulteriore foro è stato scoperto, appunto, sul telaio della saracinesca del garage, al piano terra della palazzina di proprietà dell’imprenditore edile. I carabinieri hanno subito avvisato il sostituto procuratore di turno, che ha aperto un fascicolo d’inchiesta, a carico di ignoti. E’ stato sentito il quarantaseienne per capire se abbia avuto, nel recente passato, problemi o dissidi con qualcuno, e se abbia, o meno, dei sospetti. Non filtra nessuna indiscrezione al riguardo.