Cimiteri agrigentini, confermato affidamento servizi a ditta

I giudici della terza sezione del Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia hanno rigettato il ricorso di una cooperativa sociale, che chiedeva l’annullamento dell’aggiudicazione dell’appalto per i servizi all’interno dei cimiteri comunali di Agrigento nei confronti di un’altra società. Confermato la legittimità dell’affidamento del servizio di tumulazione e pulizia alla “Concordia Servizi Srl” dopo l’aggiudicazione dell’appalto. Con un bando di gara ritualmente pubblicato, il Comune di Agrigento ha indetto una procedura di gara per l’affidamento del servizio di “tumulazione, inumazione esumazione, traslazione, estumulazione presso i cimiteri di Bonamorone, Piano Gatta, Montaperto e Giardina Gallotti e servizio di pulizia e giardinaggio presso i suddetti cimiteri” per la durata di un anno.

Alla gara hanno preso parte tre concorrenti tra cui, la società agrigentina “Concordia Servizi Srl”, che è risultava aggiudicataria della gara, avendo offerto il miglior ribasso. Avverso la predetta aggiudicazione, tuttavia, ha proposto ricorso al Tar Palermo la seconda classificata, la coop “Sociale Barbara” che ha sostenendo che l’aggiudicataria doveva essere esclusa dalla gara, sia in ragione dell’asserito mancato possesso dei requisiti di idoneità professionale per svolgere il servizio il questione, sia in ragione dell’asserita omessa indicazione dei costi della manodopera e della incongruità dell’offerta economica presentata la cui anomalia non sarebbe stata rilevata dal seggio di gara.

La “Concordia Servizi Srl”, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino, Vincenzo Airo’ e Lucia Alfieri, si è costituita in giudizio per sostenere la piena legittimità dell’aggiudicazione, e la totale infondatezza delle tesi sostenute dall’impresa ricorrente. Anche il Comune di Agrigento, con il patrocinio dell’avvocato Rita Salvago, si è costituito in giudizio, per affermare la legittimità del provvedimento di aggiudicazione.

Il Tar Palermo ha rigettato il ricorso della seconda classificata, e la “Concordia Servizi “Srl” potrà continuare lo svolgimento del servizio già affidatole dal Comune della città dei templi.