Caratteristiche e principio di funzionamento della Stablecoin USD (USDC)

Comparsa sul mercato meno di tre anni fa, ha guadagnato immediatamente popolarità e spazio nelle news sulle criptovalute, grazie a un insieme di caratteristiche che la rendono molto interessante. Parliamo ovviamente di USD (USDC), la Stablecoin diventata rapidamente il riferimento per un intero settore.

Possibile valuta di riferimento, per diversi fattori che rendono affidabile ed interessante USDC agli occhi di chi investe, eccone i principali punti di forza: 

 

  • Ancorata. Ha un valore di scambio fisso, 1:1 con il dollaro statunitense. A garantire questo valore di scambio un corrispettivo in moneta fiat rappresentato da un mix di bond con scadenza a breve, medio e lungo periodo che vengono continuamente controllati e certificati da società di revisioni esterne e indipendenti.
  • Molto utilizzata. Pur essendo una valuta di recente creazione, grazie al fatto di essere la versione tokenizzata del dollaro USA è utilizzata in maniera massiccia, soprattutto per DeFi (finanza decentralizzata) e smart contract.
  • Con solide basi. Uno dei maggiori sostenitori di questa Stablecoin è Coinbase che lo ha reso il suo dollaro stable token ufficiale ed è anche nel board che la controlla.

 

Cos’è esattamente USD (USDC)?

Usd è un classico Stablecoin, ossia una criptovaluta che viene ancorata al valore della moneta fiat a cui fa riferimento.

L’ancoraggio avviene tramite un controvalore in contante o buoni del tesoro equivalente a quello del valore totale della crypto emessa.

Una Stable coin è quindi più che altro una moneta con funzione di valuta, scelta e utilizzata per la sua comodità e utilità, un po’ come quando si viaggia in un paese straniero e si provvede al cambio di denaro.

Le Stablecoin prosperano solitamente quando sono collegate a una o più valute stabili, soprattutto nel momento in cui diventano un riferimento digitale equivalente in termini di utilità e di volumi rispetto alla valuta fiat a cui si ispirano.

 

Come funziona USD?

Come ogni Stablecoin, USDC è legata a doppio filo alla moneta a cui fa riferimento. È questo legame ciò che definisce la bontà e qualità di questa moneta e che può determinare se una certa Stablecoin avrà più o meno successo, in generale e comparata alle altre crypto dello stesso tipo.

Sotto questo aspetto, USD e il suo sistema sottostante rappresentano una perfetta rassicurazione e indicazione di qualità. 

Ad ogni acquisto da parte di un compratore, un organismo predisposto, Circle, facente parte anche della struttura di questa crypto, provvede all’acquisto di un Bond USA che vada a coprire la generazione di un USD.

Bond USA che è solitamente di tre tipi, allo scopo di garantire stabilità al sistema e visione a lungo termine:

  • Bond a 1 anno
  • Bond a 5 anni
  • Bond a 10 anni

Altro fattore, oltre alla copertura di quanto generato in valuta, che può fare la differenza è la proprietà della stessa.

Non è una correlazione matematica, ma avere una proprietà conosciuta e competente è solitamente una buona rassicurazione per una crypto.

USD è di proprietà di Coinbase e di Circle, due solide realtà del settore crypto, coinvolte in prima persona non solo nella governance ma anche nella quotidianità di questa moneta.

A chi potrebbe obiettare in merito a un possibile conflitto d’interessi, possiamo dare subito qualche rassicurazione:

  • L’effettiva presenza del corrispettivo in valuta (o Bond per l’appunto), viene verificato periodicamente da organismi indipendenti
  • USD è gestita da molte altre, se non tutte, le Crypto Exchange, forse il segnale migliore per indicare che “c’è del buono” in questo progetto.

 

I competitor di USD

Sono molti i possibili competitor di USD in un ipotetica lotta a una prima posizione nella categoria Stablecoin. Alla data attuale USD si conferma al secondo posto per distacco in questa ipotetica classifica, superato solo da Tether. Ma i margini sembrano assottigliarsi ogni giorno di più…