SicilyMovie: assegnate le “Demetra D’oro”. Il patron Gallo: “Una delle edizioni più belle”

Cala il sipario sulla settima edizione di SicilyMovie. La giuria ha assegnato le Demetra D’oro ai migliori cortometraggi. La statuetta anche agli ospiti Antonio Catania e Francesco Benigno. Il patron Marco Gallo : “E’ stata una delle edizioni più complesse ma più belle di questo Festival”. Si è conclusa, dunque,  sabato sera al Tempio di Giunone la settima edizione di SicilyMovie – Festival del Cinema di Agrigento.
La tre giorni, organizzata dal regista Marco Gallo e sostenuta dal Parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi, partita lo scorso giovedì con due serate sold out a Casa Barbadoro, ha riportato il cinema all’aperto con alcuni dei migliori cortometraggi indipendenti.
Così, dopo una selezione di oltre 500 opere in concorso, provenienti da 50 Paesi in tutto il mondo, sono state 29 le opere finaliste delle 4 categorie, in gara per aggiudicarsi la Demetra D’Oro (la statuetta creata dallo scultore romano Otello Scatolini e realizzata da Lattuca Gioielli) come miglior opera di ogni categoria: Miglior cortometraggio, documentario, videoclip e corto di animazione.
Tra queste 17 erano italiane e 12 straniere con 10 paesi rappresentati insieme all’Italia: Libano, Francia, Spagna, USA, Olanda, Australia, Brasile, Regno Unito e Russia.
La giuria composta da Maricetta Lombardo, Angelisa Castronovo, Nicola Palmieri, Beppe Manno e Antonio Barone ha così deciso:
Miglior cortometraggio: Free Fall di Emmanuel Tenenbaum; miglior documentario: Lo chiamavano Cargo di Marco Signoretti;
miglior videoclip: To Exist – Siermond di Marina Fastoso;
miglior corto di animazione: Yallah! Regia collettiva francese.
Oltre alle 4 statuette sono stati assegnati i premi come Miglior regia, sceneggiatura, montaggio, suono, colonna sonora, attore e attrice: miglior Regia: Davide Vigore – Dream ;
miglior sceneggiatura: Angela Bevilacqua – Amici per la pelle ;
miglior fotografia: Dream – Davide Vigore;
miglior montaggio: Couckou – Jorgen Scholtens;
miglior suono: Le buone maniere – Valerio Vistoso;
miglior colonna sonora: Chiusi alla luce – Nicola Piovesan;
miglior attore Giovanni Esposito – Le buone maniere
Miglior Attrice: Alba Rohrwacher – Being my mom.
Tra i finalisti molti volti noti, come il comico Frank Matano, attore di un cortometraggio insieme a Giovanni Esposito, il videoclip “Un’altra estate” di Diodato e il cortometraggio “Being my mom”, diretto da Jasmine Trinca che ha visto protagonista Alba Rohrwacher ed anche tematiche importanti come “L’incontro privato” scritto e diretto da Alberto Segre, sull’incontro tra la senatrice Liliana Segre ed un noto politico.

La Demetra D’Oro è andata anche agli ospiti d’onore. Premiati, infatti, gli attori siciliani Francesco Benigno e Antonio Catania che ha detto: “E’ molto importante, specialmente in una terra come la Sicilia, valorizzare realtà come SicilyMovie”, ha esordito Antonio Catania. “ Per questo motivo – continua – io e mia moglie abbiamo aperto una scuola di cinema a Catania, per cercare di valorizzare questo territorio e provare a costruire qualcosa di interessante a livello produttivo. La Sicilia è un’ Isola fatta di persone brillanti che hanno una marcia in più” .
E sulla Valle dei Templi, Catania ha affermato: “Quanto si arriva e si vedono questi Templi si ha come l’impressione di entrare in un posto magico. Ti vengono in mente i greci con la loro filosofia che ha influenzato la gente che vive qua. Non è un caso che la provincia di Agrigento ha dato i natali a scrittori come Pirandello, Sciascia e Camilleri. Evidentemente tutto questo ha lasciato il segno”.

Quest’anno la grande novità è stata Casa Barbadoro; in occasione delle serate del 21 e 22 Luglio, infatti, ci sono state le degustazioni a tema Diodoros, il marchio che racchiude i prodotti della Valle dei Templi, ed il dolce con granita offerto dalla pasticceria artigianale siciliana Bonfissuto.
Così il direttore artistico Marco Gallo: “E’ stata una delle edizioni più complesse ma più belle di questo Festival. E’ stato meraviglioso e non posso che ringraziarvi di cuore per aver partecipato così tanti, ringrazio gli attori e registi presenti, ho visto persone divertirsi ed altre emozionarsi. Questa è l’essenza del Sicilymovie. Ringrazio di cuore il direttore del Parco dei Templi Roberto Sciarratta, il mio staff ed i partner del Festival per averci creduto anche questa volta. E’ stato un format nuovo che ho voluto provare dopo il successo di Agrigento Cooking Show. Cinema ed enogastronomia sono due mondi molto apprezzati dal pubblico. Ringrazio Fabio Gulotta e Casa Barbadoro per il meraviglioso format cinema-enogastronomia che abbiamo creato. Ringrazio, infine, i giornalisti presenti in questi giorni, amici prima di tutto e grandi professionisti”.

Luigi Mula