Avevano 30 piante di marijuana in casa: condannato il marito, assolta la moglie

Inflitti 2 anni e 8 mesi di reclusione al marito, assolta la moglie. Questo il verdetto del giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, a conclusione del processo celebrato con rito abbreviato, nei confronti dei favaresi Pasquale Ciranna, 45 anni, e Concetta Cammilleri, 36 anni.

La coppia era stata sorpresa la sera dello scorso 6 novembre dai carabinieri, che avevano trovato nella loro abitazione 30 piante di marijuana. I due indagati, difesi dall’avvocato Sergio Baldacchino, durante l’interrogatorio, avevano fornito la loro versione dei fatti. Ciranna aveva spiegato che le piante erano solo 13 mentre le altre erano le cime.

La donna, invece, si era dichiarata estranea ai fatti.