Aveva una pistola pronta all’uso: arrestato bracciante agricolo

Ha visto arrivare i carabinieri, e dalla finestra ha gettato via un sacchetto. Un involucro contenente una pistola calibro 9, e nove cartucce dello stesso calibro. Arma e munizioni risultate essere illegalmente detenute. I militari della Stazione di Grotte, e le Unità cinofile di Palermo, hanno arrestato, un bracciante agricolo di 48 anni, originario di Grotte, ma residente in territorio di Racalmuto. Deve rispondere di detenzione illegale di armi e munizioni. L’uomo, su disposizione del sostituto procuratore di turno di Agrigento, è stato posto agli arresti domiciliari.

Il ritrovamento di arma e cartucce nel corso di una perquisizione nell’abitazione rurale del bracciante agricolo. Quest’ultimo appena ha visto i carabinieri ha lanciato dalla finestra, con il chiaro obiettivo di disfarsene, il sacchetto di plastica contenente la pistola e munizioni. Sacchetto che è stato subito recuperato e sequestrato. L’arma verrà inviata ai laboratori dei carabinieri del Ris di Messina, per verificare se l’arma sia stata usata o meno in atti delinquenziali.