Attestano falsamente l’idoneità di 2 operai: denunciati medico e imprenditore

Hanno dichiarato falsamente, nella comunicazione del giudizio di idoneità alla mansione, di aver effettuato le visite mediche a due lavoratori, e avrebbero attestato che risalivano alla data antecedente rispetto all’accesso ispettivo. E’ per l’ipotesi di reato di falsità ideologica che i carabinieri del nucleo Ispettorato del Lavoro di Agrigento hanno denunciato in concorso, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, un medico del lavoro e l’amministratore unico della ditta edile.

La scoperta in seguito ad un controllo in un cantiere edile allestito a Licata, nell’ambito della campagna per la sicurezza sui luoghi di lavoro, e di contrasto e contenimento della diffusione da Covid-19.

Durante l’ispezione il medico del lavoro, e l’imprenditore avrebbero attestato falsamente, nella comunicazione del giudizio di idoneità alla mansione dei due lavoratori, di aver effettuato visite mediche in data, appunto, antecedente all’accesso ispettivo dei carabinieri, con l’obiettivo di indurre in errore gli stessi militari.