Arrestato tre volte in una settimana, questa volta finisce in cella

Terzo arresto in una settimana per Alessandro Rizzo, ventottenne, di Agrigento, già coinvolto in diversi procedimenti giudiziari. Il giovane è evaso dagli arresti domiciliari, a cui era stato nuovamente sottoposto. Scattata la segnalazione, dopo alcune ricerche, è stato localizzato, fermato, e arrestato dai carabinieri della Radiomobile della Compagnia di Agrigento, nel centro della città.

L’Autorità giudiziaria, questa volta ha deciso diversamente, rispetto alle ultime violazioni. Rizzo è stato portato nel carcere di Trapani. Tra l’1 e il 2 marzo, era finito nei guai altre due volte, nell’arco di 24 ore. La prima volta dalla sua casa di Villaseta, dove si trovava, con tanto di braccialetto elettronico, aveva raggiunto il Villaggio Mosè. Qui in via Sirio era stato catturato dai carabinieri, e su ordine dell’Autorità giudiziaria, rimesso in detenzione domiciliare.

Nemmeno il tempo di comparire davanti al Gip, l’agrigentino in un controllo dei poliziotti delle Volanti, era stato trovato in compagnia di una ragazza. Da qui la contestazione della violazione da parte degli uomini in divisa. Lui è fuggito, per poi dopo ore essere individuato e arrestato all’interno di una camera d’albergo, a Caltanissetta, con la stessa donna.