Al via la maturità 2022

Dopo giorni di attesa è arrivato il fatidico giorno per  oltre 5mila studenti agrigentini  che questa mattina hanno affrontato l’esame di maturità. Si inizia con la prima prova di italiano,  7 tracce uguali a livello nazionale, per poi passare alla seconda prova di indirizzo e all’orale e quindi ottenere il diploma. Nelle tracce Nedda di Verga, La via ferrata di Pascoli, un brano dal libro di Liliana Segre e Gherardo Colombo, ma anche il Covid, la musica e l’iperconnessione e i suoi rischi. Rispettate le attese della vigilia: Verga e Pascoli erano gli autori più gettonati e, peraltro, trattandosi di autori dell’800, è abbastanza probabile che tutti i maturandi li abbiano incrociati nel corso dei propri studi. Mentre l’ambiente e la pandemia erano tra i temi più attesi per quanto riguarda l’attualità. E anche l’anniversario della marcia su Roma, di cui quest’anno ricorreva il centenario, poteva richiamare nella preparazione quelle leggi razziali su cui si chiede di ragionare sulla base di testo della senatrice Liliana Segre. Dopo due anni di pandemia, dunque, tornano gli scritti.«Rivolgo un forte in bocca al lupo alle studentesse e agli studenti siciliani che da stamattina sono impegnati a sostenere gli esami di maturità. L’auspicio è che vivano queste giornate in maniera serena, come la conclusione di un importante percorso scolastico e umano che porta con sé il bagaglio di esperienze maturate in questi anni assieme a compagni e docenti. Momenti che sono, e resteranno, indimenticabili». Lo dichiara l’assessore regionale all’Istruzione, Alessandro Aricò.  «Dai prossimi giorni – aggiunge Aricò, rivolgendosi a chi è impegnato nelle prove d’esame – diventerete cittadini maturi e consapevoli, pronti a dare un contributo importante alla nostra società, alle nostre famiglie e alla nostra terra. Per voi si conclude un percorso e se ne apre uno ancora più importante, per il quale vi faccio i miei migliori auguri unitamente a quelli di tutto il governo Musumeci: sia che decidiate di proseguire negli studi universitari sia che vi indirizziate direttamente al mondo del lavoro, siate sempre consapevoli che la vostra determinazione vi aiuterà ad affrontare il futuro».