Successo per lo spettacolo “Percorsi d’amore” di Gio Di Falco

L’amore sognato, quello tradito, l’amore nella memoria degli amanti divisi e l’amore malato, l’amore che nella morte non ha dominio e l’”amore” dominato dalla morte. Sono i “Percorsi d’Amore” ideati (e diretti) da Giò Di Falco nello spettacolo incorniciato dal Teatro Tempio di Giunone, andato in scena nella serata del 2 agosto col patrocinio dell’ente Parco Valle dei Templi Agrigento.

Un viaggio tra parole, musiche e immagini che ha chiamato sul palco un cast di nomi dell’agrigentino e alcune special guest invitate per l’occasione da Roma.

In scena gli attori Alessandra Bianchi, Gloria Cacciatore, Salvatore Di Salvo, Zaira Picone e Salvo Preti; gli artisti Margherita Biondo, Daniela Ilardi, Francesco Riggio, il giovanissimo Giorgio Vitello e la paint artist Giada Attanasio; le musiche di Peppe Cammarata, Salvatore Galante, Mimmo Pontillo, Elisabetta Ruggeri, Mario Vasile e del maestro Nereo Luigi Dani. Infine, a rendere la magia possibile nel laboratorio celato dietro al sipario, c’erano Raimondo Moncada, Susanna Amico, Marta Fucà, Dino Salvaggio e Pro Studios allestimenti. Straordinario al pianoforte il maestro Salvatore Galante.

Particolarmente sentita tra il folto pubblico è stata la testimonianza dei coniugi Lillo e Anna Tedesco, genitori di Sofia, morta a soli 16 anni e i cui organi continuano a vivere in altre persone. Anche questo è un percorso d’amore. A Lillo e Anna è stato consegnato un premio realizzato dai maestri Gianni Provenzano e Anselmo Maniscalco. A consegnare il riconoscimento il direttore artistico del Teatro Luigi Pirandello Francesco Bellomo.

“Non avrei potuto realizzare questo evento da Parma – ha commentato il regista Gerlando Di Falco – senza il prezioso aiuto di Raimondo Moncada e Susanna Amico. A loro va il mio primo più grande grazie. Se da una parte riconoscere le emozioni legate all’amore è abbastanza semplice, trovare effettivamente le parole per descrivere questi sentimenti diventa piuttosto complicato”.