Akragas , Di Napoli : sconfitta che fa male ora dobbiamo vincere a Monopoli

Di Napoli- Akragas-Juve Stabia lega pro CIl tecnico dell’Akragas, Raffaele Di Napoli, è amareggiato per la sconfitta rimediata contro la Juve Stabia. Queste le sue parole. E’ una sconfitta che ci fa male; non dobbiamo piangerci addosso e cercare al contrario di andare avanti senza abbatterci. C’è da essere ottimisti; sarà importante andare a fare risultato a Monopoli per approcciare i play out in una condizione di classifica favorevole. Abbattersi non serve a nulla quindi pensiamo già alla prossima settimana guardando il bicchiere mezzo pieno. La differenza l’ha fatta l’espulsione di Palmiero, infatti poco dopo la Juve Stabia ha sbloccato la gara, ma non posso commentarla perché stavo bevendo quando è avvenuto l’episodio: non ho visto cosa è successo. Abbiamo cercato di sfruttare al massimo le nostre armi: ho messo Russo per bloccare il dribbling di Marotta ma dovevamo puntare di più Liviero e Santacroce, cercando maggiormente Salvemini, che in avanti è la nostra arma migliore. In seguito siamo passati al 4-3-1-2 ma l’espulsione ha rovinato i nostri piani. Dopo i due gol, la Juve Stabia ha ben giostrato col pallone quindi per noi è stato difficile cercare il pareggio; nel finale, eravamo scoperti per cercare il tutto del tutto ed abbiamo incassato il terzo gol. E’ una prestazione che comunque lascia sensazioni positive: sono convinto che ci salveremo.

 

Carboni: Abbiamo disputato la gara che volevamo. Ora chiudiamo bene in casa la stagione.

Akragas- Juve Stabia- Carboni Alelnatore La gara vista è stata quella che in effetti avevamo preparato; è un risultato che ci consente di attaccarci al Matera è di staccarci un po’ da chi è sotto in classifica. Abbiamo gestito bene la gara sia nel primo che nel secondo tempo; ovviamente l’espulsione di Palmiero ci ha facilitato, ma credo che il calciatore sia stato ingenuo ad entrare duro su Capodaglio. Mi infastidisce il gol che abbiamo preso e per come è venuto: abbiamo concesso a Salvemini di entrare in area, girarsi ed andare al tiro da posizione ravvicinata; sono cali di concentrazione che costano caro e che non possiamo permetterci. Gol di Cutolo irregolare? Sinceramente a me non è sembrato ci fosse fuorigioco; ad ogni modo non credo sia giusto soffermarsi sugli episodi arbitrali ma, al contrario, analizzare la gara nel complesso Faccio l’in bocca al lupo all’Akragas, squadra che ha dei valori importanti e che ha tutte le carte in regola per salvarsi. Anche oggi l’Akragas ha fatto la sua partita; l’episodio che ha cambiato il match è stata l’espulsione, si è trattato di un colpo a gioco fermo che l’arbitro ha inevitabilmente sanzionato. Posso garantire che noi, la prossima settimana, contro il Taranto (già retrocesso n.d.r.) non regaleremo niente e daremo il massimo; lo abbiamo sempre fatto e non vedo perché non dovremmo farlo proprio all’ultima gara. Abbiamo bisogno di ritrovare definitivamente il nostro pubblico, e l’ultima gara della stagione regolare in casa è l’ennesima occasione per farlo.