Il caro bollette non intacca le casse del Comune. Trupia: tagli per 130mila euro

Il caro bollette al momento non sembrerebbe colpire Palazzo dei Giganti. E considerato gli immobili ai quali il Comune di Agrigento garantisce corrente elettrica e riscaldamento, il conto alla fine sembra non essere lievitato. “Per la luce delle strade pubbliche – spiega Aurelio Trupia – attualmente paghiamo una quota fissa per un contratto (scade nel 2021) che comprende la manutenzione ordinaria. Riguardo alle utenze del  Municipio – aggiunge il vicesindaco – stiamo approntando una serie di operazioni tendenti l’efficientamento energetico, reso possibile perchè siamo uno dei pochi comuni siciliani ad avere approvato il paesc. Va detto – conclude Trupia – che il sistema di telefonia del Municipio risulta vetusto e stiamo ipotizzando un centralino iCloud per risparmiare. Vogliamo inoltre tagliare sprechi che ammonterebbero almeno a 130mila euro tra traffico di telefonia fissa e mobile”.

Agrigento, Municipio a lavoro per arginare il caro energia e la stangata sui conti della città