Agrigento avanti per step. Speciale intervista al presidente Moncada

Agrigento avanti per step. Smaltita la sbornia della lunga festa per il ritorno in A2 ora si pensa alla prossima stagione. Prima cosa l’iscrizione. “I tempi sono strettissimi, gli adempimenti sono da completare entro la fine della settimana poi andremo a mettere mano al roster che prevede l’inserimento di due americani”. Il presidente Gabriele Moncada pensa ad un gruppo di giovani ma anche di giocatori un pò più esperti. In A2 sono ammessi solo due extracomunitari per cui – aggiunge il presidente – sicuramente il posto sarà occupato dagli statunitensi, poi completeremo il roster con un gruppo formato di giovani e giocatori di categoria”. L’inserimento degli americani significherà dover salutare gli argentini Nicolas Morici e Tato Bruno che tanto hanno dato per riportare la squadra in A2 ma le cui strade, come spesso avviene nello sport, almeno per il momento sono destinate a dividersi. Moncada sente tanto entusiasmo intorno alla squadra, sia da parte dei tifosi ma anche da parte degli sponsor. Nei prossimi giorni ci sarà il meeting per stabilire il budget. Molto dipenderà dalla risposta che arriverà anche in termini di abbonamenti la cui campagna è già stata lanciata. E’ molto probabile, ma ancora da trattare, anche la conferma del coach Michele Catalani. “C’è tutta la volontà di ripartire dal lui – aggiunge il presidente – ovviamente non abbiamo voluto mettergli pressione in questa fase dei playoff, ora ci siederemo per capire come andare avanti”. Tra le conferme non è scontata quella di Lorenzo Ambrosin. “Dalla prossima settimana – dice ancora Gabriele Moncada – cominceremo a parlare anche con il mio amico Lollo. La sua è stata una scelta di cuore, è venuto ad Agrigento per disputare i playoff e concludere la stagione qui, non voglio sbilanciarmi per il futuro, ma anche la sua conferma dipenderà dal budget che andremo a creare per il prossimo campionato”. Gabriele Moncada ha poi voluto distribuire i meriti del successo a tutto lo staff. “Alla Forttudo – dice – siamo pochi, ma tutti hanno lavorato bene, dall’assisten coach Jack Cardelli, i giocatori, ma anche chi lavora dietro le quinte”. Il feeling con il direttore sportivo Cristian Mayer ancora una volta sarà il valore aggiunto. La Moncada intanto si gode un altro record. Agrigento come Milano. Entrambe le squadre hanno trionfato, la Fortitudo ha riconquistato la serie A2, l’Armani si è ripresa lo scudetto. Tutte e due sono accumunate dallo stesso record, sia in stagione regolare che nei playoff tra le mura amiche hanno sempre vinto. Per la squadra di Agrigento in totale  22 successi nel proprio fortino 15 di regular season + 7 playoff.