Agrigento, attivato lo sportello stranieri contro il capolarato

Nasce uno sportello unico per l’integrazione sociale ed economica dei cittadini stranieri, denominato “San Calò”. Il punto informativo, gestito dall’associazione culturale “Acuarinto” di Agrigento, presieduta da Diego Avanzato, è un polo di ascolto e di accoglienza per contrastare forme di sfruttamento con particolare riferimento al settore agricolo, in attuazione del piano triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato. Lo sportello sarà operativo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14. Si tratta di un nuovo servizio, finanziato con il supporto della Commissione europea attraverso il Fondo “Asilo migrazione ed integrazione” (FAMI), nell’ambito del programma “Su.Pr.Eme.”, coordinato dal Ministero del Lavoro, con il supporto dell’assessorato alla Famiglia della Regione siciliana. Servirà anche nell’orientamento ai servizi socio-territoriali e promozione di attività di educazione interculturale, attivo anche come sostegno alla vita quotidiana dei migranti: assistenza legale, segretariato sociale; mediazione culturale, interpretariato, orientamento al lavoro e ai servizi socio sanitari e gestione banca dati informatizzata.

I servizi verranno implementati da un’equipe multidisciplinare che garantirà ai cittadini stranieri assistenza legale, segretariato sociale;, mediazione culturale, interpretariato, orientamento al lavoro e ai servizi socio sanitari e gestione banca dati informatizzata. Lo sportello sarà operativo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14.