Zona rossa, si attende la decisione da Roma. Cosa cambierebbe da domenica?

Si attende la decisione del Ministro Speranza ma pare , ormai, certa la zona rossa per la Sicilia. L’ ha chiesta il presidente Musumeci avvertendo che “se Roma non dovesse accettare, provvederò io stesso a delimitare alcune zone rosse”. Le limitazioni dovrebbero scattare da domenica 17 gennaio. La zona rossa limita fortemente gli spostamenti. Non è infatti possibile muoversi dall’abitazione, se non per comprovate ragioni di lavoro, necessità o salute e per ritornare al domicilio e alla residenza. Valida la regola che consente una sola volta al giorno ad un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) di andare a trovare parenti o amici ma solo all’interno del proprio comune.Le restrizioni riguardano soprattutto gli spostamenti, ma anche lo stop alle attività commerciali e della ristorazione con alcune deroghe. Resta da capire cosa dovranno fare le scuole, primarie e secondarie di primo grado. La Regione ha chiesto alle scuole  di coinvolgere gli alunni nello screening, ovvero nei tamponi facoltativi nei drive-in. Intanto, fino al 5 marzo è stato prorogato il divieto di apertura di palestre e piscine ma già la prossima settimana il Cts potrebbe approvare le nuove linee guida proposte dal ministero dello Sport e autorizzare almeno le lezioni individuali.