Vini, CVA Canicattì dedica etichetta a Luigi Pirandello

Una nuova etichetta dedicata al premio Nobel agrigentino Luigi Pirandello: è stata l’idea della cooperativa vinicola CVA Canicattì. 1934 è stato ottenuto da uve di Grillo e Chardonnay coltivate nell’agro agrigentino, nei vigneti che circondano il Parco Archeologico della Valle dei Templi. E’  il simbolo di un percorso di ricerca qualitativa iniziato oltre 15 anni fa e che è stato dedicato a Luigi Pirandello che, proprio nel 1934, ha raggiunto l’apice del suo successo internazionale con il conferimento del premio Nobel.In occasione della commercializzazione di 1934 è stata lanciata un’iniziativa speciale in collaborazione con Busi.ate, il nuovo format ideato da Francesco Alagna (già patron di Ciacco Putia Gourmet a Marsala): un kit da viaggio per preparare le iconiche busiate al pesto trapanese in abbinamento al 1934 (o in alternativa al Fileno) di CVA Canicattì.