Università Agrigento: Bilanci non approvati, il Cda spende 4.000 euro per una consulenza

AGRIGENTO. Una spesa di 4.000 euro, oltre Iva, per avere una consulenza sui documenti contabili e poter approvare i bilanci dal 2016 ad oggi. Il Consiglio di amministrazione del Cua, consorzio universitario agrigentino, presieduto da Pietro Busetta, ha quindi dato incarico, per questa cifra, allo studio “Bcc – dottori commercialisti di Michele Battaglia, Antonio Cosenza & associati” di Palermo, considerato uno tra i più esperto studi di consulenza palermitani, per un’analisi di tutta la documentazione contabile relativa agli anni 2016, 2017 e 2018 in relazione agli adempimenti connessi alla nuova normativa sul sistema di armonizzazione contabile.

In sostanza, per 4.000 euro più Iva, i professionisti contabili dovranno dare un supporto tecnico per la comprensione, predisposizione degli atti propedeutici all’approvazione dei bilanci 2016, 2017 e 2018 e per la programmazione finanziaria 2018/2020. La delibera che impegna le somme per il successivo pagamento è stata pubblicata anche all’albo pretorio on line del Cua. In sostanza, il Consorzio ha la necessità di provvedere con estrema urgenza, alla definizione di tutti gli strumenti finanziari ancora in itinere, che non sono stati dunque approvati dalle precedenti gestioni, vale a dire dal Cda presieduto dalla professoressa Maria Immordino, da quello gestito, anche se per pochi mesi dall’avvocato Gaetano Armao e adesso dal presidente Busetta.

Con la cifra approntata, il Cua riceverà dallo studio di commercialisti palermitani, una consulenza relativa agli adempimenti connessi alla nuova normativa sul sistema di armonizzazione contabile, soluzione di quesiti inerenti all’attuazione della normativa, analisi di tutta la documentazione contabile relativa agli anni 2016, 2017 e 2018. Ed ancora: supporto tecnico per la comprensione, predisposizione degli atti propedeutici all’approvazione dei bilanci e per la programmazione finanziaria; esame del bilancio di previsione triennale 2018/2020 sia in versione finanziaria (per cassa e per competenza) che in versione economico – patrimoniale. Infine assistenza al presidente del Consiglio di amministrazione, in questo caso il professor Pietro Busetta, ai fini della predisposizione delle adunanze di approvazione da parte degli organi sociali.