Unicredit: tutti i prestiti per pensionati

Unicredit è uno dei principali istituti finanziari Presenti in Italia e nel mondo, potendo contare su più di 25 milioni di clienti sparsi in ben 18 paesi. La banca milanese, nata nel 1998 in seguito alla fusione di Credito Italiano e Unicredito Italiano, ha una quota di mercato di 11,1%, ponendosi seconda in Italia alla sola Intesa San Paolo.

Ovviamente qualora siate dei pensionati in cerca di liquidità, il primo consiglio è quello di rivolgersi al proprio ente pensionistico, il quale sicuramente avrà a disposizioni delle soluzioni a tassi molto bassi e totalmente affidabili, che però, in genere, sono caratterizzati da poca flessibilità e non vanno a coprire una gamma molto ampia di possibilità. 

Proprio per ovviare a questo problema, questi enti hanno stipulato delle convenzioni con vari istituti di credito, tra i quali, appunto, Unicredit.

Con questo articolo andremo a vedere come funziona il prestito per pensionati di Unicredit banca e cos’è il SuperQuinto INPS.

 

SuperQuinto INPS di Unicredit: caratteristiche e vantaggi

 

Il prestito per pensionati di Unicredit banca permette di ricevere un finanziamento per un minimo di 24 mesi e un massimo di 120, andando ad ottenere fino a 52.000 euro che verranno rimborsati attraverso la cessione del quinto, modalità molto apprezzata sia dai clienti che dagli istituti di credito per vari motivi.

 I Tassi d’interesse connessi a questa tipologia di finanziamenti sono nettamente al di sotto del 10%, con la possibilità di arrivare anche al 7%. Tuttavia sono tante le caratteristiche che vanno ad influenzare questo parametro, come ad esempio quello inerente al capitale richiesto o al reddito a disposizione del pensionato.

Con la cessione del quinto, le rate vengono direttamente detratte dalla pensione, per una cifra che non può superare la quinta parte della stessa. 

I vantaggi connessi a questa modalità di rimborso sono presto spiegati: per i clienti c’è la garanzia che la rata da pagare non sia mai troppo alta (appunto per un massimo della quinta parte della pensione), oltre alla possibilità di evitare in toto tutti i fastidi connessi alle modalità di pagamento convenzionali. Si andranno ad evitare sia le solite file agli sportelli, sia ogni genere di ritardo di pagamento che possa portare a penali o more da pagare.

 Per i creditori i vantaggi sono palesi: le pensioni vengono erogate da enti assolutamente sicuri e stabili, mentre il detrarre la rata direttamente dalla pensione garantisce che le suddette siano sempre saldate.

I documenti da esibire affinché il finanziamento sia concesso sono i seguenti:

  • Documento d’identità con annessa fotocopia (il documento può essere sia una patente che un passaporto, carta d’identità etc.)
  • Documentazione atta ad attestare la capacità reddituale del pensionato, dunque un documento O/bis M e l’ultimo CUD a disposizione.

 

Prestiti Unicredit per pensionati: considerazioni finali

 

I prestiti per pensionati Unicredit rappresentano, indubbiamente, una delle migliori opzioni tra quelle presenti nel mercato dei finanziamenti per pensionati.

 Si tratta infatti di prestiti sicuri, poiché è sempre garantita una assicurazione contro ogni imprevisto; discreti, dato che si tratta di prestiti non finalizzati, che non hanno, quindi, bisogno di indicare le modalità con cui verrà speso l’importo; convenienti, grazie ai bassi tassi di interessi e ai costi di gestione praticamente nulli; semplici, perché non necessitano di alcuna garanzia ad eccezione del cedolino della pensione.

Come chiedere un prestito per pensionati Unicredit

Chiedere un finanziamento Unicredit è molto semplice: oltre a recarsi in una delle numerose filiali sparse sul tutto il suolo nazionale e non, è possibile svolgere tutta la procedura comodamente da casa propria. L’istituto milanese mette, infatti, a disposizione un sito web modo intuitivo, con il quale è possibile compiere tutte le operazioni legate alla banca.