Un bomber per la Fortitudo: Andrea Saccaggi

Un bomber per la Fortitudo: Andrea Saccaggi

di Michele Bellavia

Prende forma giorno dopo giorno la Fortitudo 2020/2021 del nuovo coach Michele Catalani.

La tifoseria e gli appassionati stavano aspettando un colpo a effetto in grado di dare una scossa all’ambiente piuttosto freddo dopo l’auto-retrocessione in Serie B. 

Detto, fatto. Si tratta, infatti, di Andrea Saccaggi che, a distanza di quattro anni, torna a vestire i colori biancazzurri. La forte guardia toscana, classe ’89, formatosi cestisticamente alla Don Bosco di Livorno, ritrova Albano Chiarastella andando così a ricostituire “un pezzo” della gloriosa Fortitudo finalista dei playoff di A2 nel 2015.

Sempre in maglia Fortitudo, nella stagione 2015/2016, Saccaggi ha fatto registrare le migliori prestazioni della sua carriera chiudendo l’esperienza agrigentina con oltre 14 punti di media (38% dall’arco) conditi da 2.4 rimbalzi e 2 assist in regular season, mentre nei playoff la media punti fu di 6.7 (36% dall’arco). 

 

Dopo Agrigento, Saccaggi ha vestito i colori di quattro squadre diverse – Treviso, Latina, Virtus Roma e Cestistica San Severo – non riuscendo tuttavia, anche per via di un minutaggio ridotto, a esprimersi agli stessi livelli; a San Severo ha chiuso con 7.3 punti di media (31% dall’arco), 1.5 rimbalzi e 1.4 assist. 

È sicuramente un gran colpo di mercato quello messo a segno dalla dirigenza biancazzurra che, dopo il play Alessandro Grande, si è assicurata le prestazioni di un top player per la B che, oltre ad avere un curriculum cestistico di grande prestigio, garantisce esperienza e affidabilità.