Un aeroporto segreto e degli aerei da guerra in fondo al mare. Storie delle seconda guerra mondiale in Sicilia 

Storie rimaste sconosciute che riemergono con forza dal passato fra aeroporti fantasma, aerei da combattimento ritrovati in fondo al mare e imprese fatte di coraggio ma intrise di lacrime e dolore. E’ quanto realmente successo in un tratto di mare e di territorio siciliano che per una infausta scelta del destino è stato protagonista di tante guerre e di mille combattimenti. L’area di mare è quella che va da Cattolica Eraclea a Sciacca passando per Ribera. I suoi fondali hanno custodito a volte per secoli, altre volte per decenni, le tracce degli scontri armati tra i più importanti della storia. Le ultime grandi battaglie aeree sono state quelle della Seconda Guerra mondiale tra gli alleati e l’asse italo-tedesco. Grazie a delle straordinarie immagini subacquee e ai ritrovamenti di materiale top-secret sono state ricostruite le vicende di quei giorni di strategie, vittorie, sconfitte, lacrime e sangue. Una lunga ricerca portata avanti dallo storico ed esperto subacqueo Mimmo Macaluso dà nuova luce a delle pagine per tanto tempo dimenticate. Un avvincente percorso anche fra le trame dei servizi segreti americani del tempo che preparavano lo sbarco alleato in Sicilia, le fantomatiche ville bunker e le tante storie di chi ha combattuto credendosi, a torto o a ragione, dalla parte dei giusti.  E’ tutto raccontato nel nuovo episodio di STORIE la la serie Youtube realizzata da FUORIRIGA: un lungo viaggio in Italia, fra le vicende di luoghi, uomini e donne.