Ultimo appuntamento con il ciclo delle “Serate al Museo”

Ultimo appuntamento con il ciclo delle “Serate al Museo”, a cura di Beniamino Biondi, nel  Chiostro del Museo Archeologico Pietro Griffo di Agrigento, giovedì 22 settembre alle  20:30. Un evento, sotto il profilo culturale, dall’interesse straordinario, e non a caso si è voluto proprio concludere con la presentazione del libro di Armin Wolf intitolato “Ulisse in Italia. Sicilia e Calabria negli occhi di Omero“. Un’edizione totalmente riveduta, corretta e di molto aggiornata. Fondamentali nuove ricerche compiute dall’Autore, riguardanti anche la cosiddetta “Questione Omerica”, offriranno straordinari strumenti di riflessione e approfondimento agli studiosi e agli appassionati di tutto il mondo. La straordinaria ricerca portata avanti dal professor Armin Wolf, durata circa quarant’anni ed effettuata in tutto il Mediterraneo centro-occidentale, rivoluziona l’approccio all’Odissea considerandola un vero e proprio testo di storia elaborato in versi piuttosto che una “semplice”, per quanto sublime, opera poetica. E quindi, grazie ad una serie di geniali intuizioni, confortate da ricerche approfondite e dall’analisi di innumerevoli fonti, l’Odissea di Omero, concepita nell’VIII secolo avanti Cristo, diventa il primo documento storico, frutto di un viaggio reale e puntualmente raccontato, che pone al centro del suo interesse la Calabria, la Sicilia, lo Stretto di Messina, l’Istmo di Catanzaro, le attuali Isole Eolie (che l’Autore preferisce denominare Lipari), Malta, il Mediterraneo centrale e occidentale. Dopo la proiezione di “All’Isola Eolia giungemm…”, una composizione acusmatica di Corrado Saija sulle immagini liberamente tratte dal film NOSTOS di Franco Piavoli, e i saluti di Giuseppe Avenia, dirigente responsabile del museo archeologico “Pietro Griffo”, e di Marcello Saija, Presidente del Centro Internazionale di Ricerca per la Storia e la Cultura Eoliana (C.I.R.C.E.), a presentare il volume saranno Antonio De Caro, grecista e traduttore dal tedesco del testo di Wolf, e Francesco Natalello, grecista già docente di materie classiche nei licei. Sarà presente l’Autore Armin Wolf. L’introduzione e il coordinamento della serata sono affidati a Beniamino Biondi.