Ultima chiamata per la Fortitudo Agrigento

Michele Catalani

Ultima chiamata per la Fortitudo Agrigento che domani pomeriggio con palla a 2 alle  19 al PalaMoncada ospita La Fulgor Omegna per la gara 5 delle semifinali play-off di sere B. Chi vince accede alla finale che vale il passaggio in A2. Agrigento ha vinto le prime due gare casalinghe e perso le due partite al PalaBattisti di Verbania, sede delle partite interne dellOmega. Importante per Agrigento sarà il fattore campo, tanto più che la sfida di domani sera si gioca con la presenza del pubblico sia pure nel rispetto delle misure anticovid. Al PalaMoncada sarà consentito lingresso al pubblico con un limite massimo pari al 25% della capienza degli impianti e fino ad un massimo di 500 spettatori. La società ha fatto sapere che i posti sono numerati e nominativi in adempimento a quanto stabilito dal protocollo della Lega Nazionale Pallacanestro. Coach Catalani ha intanto riavvolto il nastro di gara quattro. Agrigento priva di Saccaggi, non è riuscita a chiudere la serie, sprecando il secondo match point, perdendo con il punteggio di 74-60. “È stata una gara in cui non siamo riusciti ad esprimerci i nel modo migliore, che abbiamo controllato solamente fino allintervallo e che ci siamo fatti scappare di mano con un terzo periodo pieno di errori.  Dopo un primo tempo gagliardo in cui abbiamo limitato lattacco di Omegna, – ha aggiunto il tecnico della Fortitudo Agrigento – nella seconda metà abbiamo perso intensità e non abbiamo difeso bene. In attacco abbiamo faticato molto ma, nonostante ciò, siamo rimasti sempre a contatto fino ai minuti finali dove alcuni episodi hanno definitivamente chiuso la gara a favore di Omegna. Siamo amareggiati per come si è conclusa la partita e dal trattamento ricevuto dagli arbitri ma non è mai stato nel nostro stile cercare alibi. Faccio in complimenti ad Omegna per le due vittorie. Noi, adesso – conclude Catalani – , dovremo schiarirci le idee e recuperare energie. Sono sicuro che in gara cinque giocheremo una gara di grande caparbietà, davanti al nostro pubblico. Occorrerà gara 5. Agrigento di ritorno da Omegna ha messo in fila due sconfitte consecutive, le prime in questo round di play off. A commentare il ko esterno, è stato coach Michele Catalani. Da valutare il recupero di Saccaggi. Il rientro del cecchino toscano sarà fondamentale per la Moncada.  In gara uno aveva spaccato la partita, capace di mettere a referto ben 42 punti.