Turista cade dalla Scala dei Turchi, soccorsa via mare

Cade dalla scogliera della Scala dei Turchi e si infortunava ad una gamba e, a causa del danno subito, non riusciva più a muoversi. Per recuperare una turista ferita sono intervenuti, via mare, i militari della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Porto Empedocle. Tutto quanto all’ora di pranzo. Sul posto interveniva il personale sanitario del 118, ma a causa della conformazione dei luoghi era impossibilitato ad effettuare il trasporto dell’infortunata via terra. In relazione a ciò la Centrale operativa del 118 di Caltanissetta, chiedeva l’intervento della Capitaneria di porto per poter evacuare la turista infortunata via mare. Le condizioni meteomarine in atto non erano certamente le migliori con mare forza 3 in aumento. Considerato che a causa della conformazione del tratto di costa a ridosso della Scala dei Turchi era necessario operare con il battello costiero G.C. 111B, unico in grado di arrivare fino a riva, e considerate le condizione meteomarine la Sala operativa della Guardia costiera disponeva anche l’uscita della motovedetta MV CP 2093 per coadiuvare l’azione del battello.

Giunti sul posto i militari, senza non poche difficoltà, prendevano a bordo del battello la turista per il successivo trasbordo sulla motovedetta per il veloce trasporto in porto. Ma a causa del vento e del forte moto ondoso il trasbordo dal battello alla motovedetta non poteva essere fatto in sicurezza, per cui l’infortunata è stata trasportata in porto direttamente dal battello G.C. 111B. Nel frattempo in banchina era già arrivata l’ambulanza del 118 con i sanitari che procedevano a prendere in carico l’infortunata per il successivo trasporto presso l’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento per le cure del caso.
Il comandante della Capitaneria di porto, capitano di fregata Gennaro Fusco, nell’esprimere il proprio apprezzamento nei confronti dei militari che hanno operato con grande professionalità in condizione meteomarine avverse, ricorda a quanti si apprestano a visitare la Scala dei Turchi di farlo con cautela, prestando la massima attenzione nei movimenti rispettando le prescrizioni riportate nei cartelli monitori presenti in loco.