Truffa nella sanità, assolti due veterinari agrigentini

Sei persone sono state assolte dal Tribunale di Agrigento. Dovevano rispondere delle accuse di truffa nel campo della sanità e della zootecnia.

Nella vicenda erano coinvolto tre veterinari, due di Palma di Montechiaro e uno di Prizzi. Tra gli imputati anche un canicattinese.

Per tutti la Procura della Città dei Templi aveva chiesto una condanna a 1 anno. Secondo l’accusa erano coinvolti in un giro di carni messe in commercio e provenienti da bovini risultati positivi ai corticosteroidei.