Truffa e interruzione pubblico servizio, al via processo a 10 autisti bus

A causa di un difetto di notifica è slittata l’apertura del dibattimento al processo a carico di dieci autisti della Tua (l’azienda che si occupa del trasporto urbano di Agrigento) a cui vengono contestati i reati di truffa aggravata e interruzione di pubblico servizio. Il giudice del Tribunale di Agrigento, Anna Agata Genna ha rinviato l’udienza al prossimo 17 gennaio.

Dieci gli imputati: Maurizio Buttigè, 52 anni; Angelo Vaccarello, 53 anni; Maurizio Camilleri, 52 anni; Giuseppe Danile, 60 anni; Giuseppe Donisi, 52 anni; Vincenzo Falzone, 53 anni; Giuseppe Lattuca, 59 anni; Michelangelo Nasser, 57 anni; Andrea De Carmelo Russo, 59 anni; Giuseppe Trupia, 54 anni. I fatti contestati risalgono al periodo 2016-2017, e scaturiscono dalla denuncia dell’azienda, in seguito ad alcune indagini svolte da un investigatore privato.

A tre dei dieci indagati viene contestato di avere cambiato percorso, agli altri sette di avere venduto a bordo dei mezzi i biglietti, e di avere omesso la stessa registrazione della vendita, e di avere riciclato i titoli di viaggio vendendoli più volte senza obliterarli, al fine di incassare la differenza.