Trovato con rame rubato, condannato e arrestato

In seguito ad una condanna, deve scontare agli arresti domiciliari 9 mesi di reclusione, per il reato di ricettazione in concorso. In esecuzione di un’ordinanza del Tribunale di Sorveglianza di Palermo, i poliziotti del Commissariato di Licata, hanno arrestato un quarantaquattrenne licatese. Nel 2015, la polizia fermò un’autovettura, guidata dall’uomo. Durante la perquisizione nel cofano vennero rinvenuti oltre 500 chili di cavi di rame elettrici, risultati essere di proprietà dell’Enel.