Trovato cadavere all’interno di una scuola

Il cadavere di un giovane è stato trovato all’interno del liceo Scientifico “Sciascia” di Canicattì. Si tratta di Davide Valerio Pedalino, trentatreenne, canicattinese, che era in una pozza di sangue. Secondo una prima ipotesi investigativa, l’uomo si sarebbe intrufolato, nottetempo, all’interno della struttura scolastica, per mettere a segno un furto.

Una intrusione però finita male perché, mandando in frantumi la vetrata del distributore di snack e bibite, si sarebbe provocato una profonda ferita ad un braccio. Pare che abbia perso i sensi, e sia rimasto sul pavimento, morendo, di fatto, dissanguato.

La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo d’inchiesta, e ha già deciso che verrà effettuata l’autopsia per suffragare quella che appunto sembra l’ipotesi più probabile. Le indagini sono stati affidati ai carabinieri.