Trasferta difficile del Licata a Roccella

LICATA. Trasferta nel segno della continuità. È così che i gialloblù del Licata devono affrontare l’insidioso impegno esterno contro il Roccella e dare così la definitiva svolta al campionato, più aperto che mai. C’è tanta fiducia nel club licatese dopo le belle affermazioni dell’ultimo periodo ed oggi, nel turno infrasettimanale, non bisognerà mollare di un centimetro per portare a casa una vittoria importantissima. Non ci sarà capitan Maltese, appiedato per un turno dal giudice sportivo. Domenica scorsa, contro il Marina, capitan Maltese ha raggiunto la quinta ammonizione che ha fatto scattare la squalifica. Dunque salterà la sfida di oggi col Roccella. Totò Treppiedi entra invece tra i diffidati, al quarto giallo stagionale, mentre per Moschella è arrivata la seconda ammonizione. Mister Giovanni Campanella si affida a Marco Civilleri (nella foto) e lo elogia: “Con la serie D – dice – Civilleri non c’entra assolutamente niente. Quando gira lui, tutta la squadra gira e non ce n’è per nessuno. È vero che così lo carichiamo di troppe responsabilità, ma è la realtà dei fatti”. Ci sarà anche il neo acquisto Giuseppe Iezzi, in prestito dal Canicattì. “La fiducia del mister mi ha fatto piacere – ha commentato Iezzi. Penso di aver dato il mio contributo alla squadra ma sono consapevole che posso fare molto di più”. Sarà Gianmarco Vailati della sezione di Crema il direttore di gara della sfida tra Roccella e Licata. Assistenti Ilario Montanelli di Lecco e Thomas Vora di Como. Fischio d’inizio alle 14,30. Gara giocata a porte chiuse.