Traffico e smercio di cocaina, condannati 4 agrigentini

Il Gup del Tribunale di Palermo, Rosario Di Gioia, ha condannato i tredici imputati, che hanno scelto l’abbreviato, nell’ambito del processo, scaturito dall’inchiesta antidroga “Lampedusa”.

Ecco, nel dettaglio, la sentenza per i quattro imputati agrigentini: 8 anni e 2 mesi di reclusione inflitti a Salvatore Capraro, 30 anni, di Agrigento; 5 anni a Davide Licata, 32 anni, di Racalmuto; 2 anni e 6 mesi a Calogero Vignera, 36 anni, di Agrigento; 2 anni e 6 mesi a Imam Maazani, 21 anni, nata e residente ad Agrigento.

Coinvolto un altre agrigentino Angelo Cardella di 46 anni, di Agrigento, residente a Licata. Il blitz ha smantellato un’organizzazione dedita al traffico e smercio di cocaina, dalla Calabria a Palermo, e passando da Agrigento, fino a Lampedusa. L’inchiesta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, è stata condotta sul campo dalla polizia di Stato delle Questure di Palermo e Agrigento.