Toti a Sanremo: «Mille operai h24 per ricostruire il Ponte di Genova». E Il Petrusa?

Toti a Sanremo: «Mille operai h24 per ricostruire il Ponte di Genova». E Il Petrusa?

Il presidente della Regione Liguria ha ricordato durante il Festival l’eccezionale sforzo per realizzare il viadotto sul Polcevera tragicamente crollato nel 2018. “Mentre siamo qui, mille operai stanno lavorando 24 ore su 24” ha detto.

Ma lungo la Palermo Catania, ricorda stamattina con un titolo, La Sicilia, l’Himera non è stato ancora ultimato a quasi cinque anni dal crollo. Viadotto Akragas ed il piccolo Petrusa di Agrigento la stessa cosa, aggiungiamo noi. Senza parlare della situazione viaria in generale. Si spendono 400mila euro per rifare il look alla rotatoria Giunone (bastava togliere erbacce e mettere delle siepi fiorite) e nel frattempo conviviamo con strade pericolose, scarsa manutenzione e svincoli fatiscenti. Galleria Imera chiusa, continue restrizioni ed interruzioni sulla “nuovissima” SS 640, rotatoria degli scrittori pericolosa e a detta degli esperti progettata male. Insomma, fa rabbia sentire Toti ricordare che l’Italia vive e continua a vivere a due velocità. Agrigento e Genova in qualche modo sono accumunate dal viadotto Morandi. A Genova però viene ricostruito, ad Agrigento resta chiuso.