Torna Sport Live, Akragas e Fortitudo al centro del dibattito

Torna Sport Live questa sera 19 febbraio, in diretta a partire dalle 20,15 dall’Hotel Dioscuri di San Leone. Akragas ancora sconfitta e Fortitudo vincente contro il forte Scafati, nell’approfondimento che si potrà seguire in diretta sulla pagina Facebook di AgrigentoOggi. Tra gli ospiti della puntata Lorenzo Ambrosin, uno dei protagonisti della partita vinta 82-79. Per l’Akragas ci sarà Andrea Pisani, difensore centrale. La squadra biancoazzurra ha perso 1-2 con il Catanzaro

 

Con Zilli a mezzo servizio e Zugno fuori per infortunio, Agrigento fa sua la sfida con Scafati,  nonostante abbia dilapidato il vantaggio di 20 punti accumulato alla fine delle prime due frazioni di gioco. Non pecca di presunzione Scafati, ma al PalaMoncada nessuna squadra ospite ha vita facile, finisce 82-79.

Assente “Predator” Brandon Sherrod, Perdichizzi si affida ai due fratelli Spizzichini, Ammannato, Lawrence e  Santiangeli. Ciani che deve fare a meno del playmaker titolare manda sul parquet Cannon, Evangelisti, Ambrosin, Zilli e affida le chiavi di regia a Williams. L’avvio di gara è di marca salernitana che trova dall’arco le soluzioni che consentono il primo allungo (5-10 al 4′). Zilli non è al 100% e Ciani fa alzare dalla panchina Guariglia. Sono le triple di Evangelisti e Williams a scuotere i locali, al 9′ la Moncada trova prima il meritato aggancio e subito dopo i punti del sorpasso (23-21). Distrazione difensiva e S. Spizzichini, il più temuto in casa Fortitudo, va a schiacciare a canestro la palla del pareggio (23-23) che chiude un effervescente primo quarto. La seconda frazione di gioco si apre con una nuova tripla di Williams. Ciani fa ruotare i suoi, fuori Cannon e Ambrosin dentro Lovisotto e Pepe. E’ Agrigento a condurre in questa frazione di gioco (30 -25 al 12′). Sul parquet torna Cannon, la Fortitudo allunga ancora. Difende bene Lovisotto (12 pt), la giovane ala grande trova anche ottime soluzioni in attacco, Scafati non trova tiri facili, mentre “Duracell” Cannon e capitan Evangelisti si confermano grandi trascinatore. Arriva il massimo vantaggio per Agrigento con Williams che a filo di sirena mette dentro il canestro del 54-34. Partita finita? Per niente. Al rientro è Scafati che preme per ridurre il distacco. Nel terzo periodo i salernitani giocano per ricucire lo strappo, Agrigento per gestire il vantaggio ma sbaglia tiri facili (65-52). Nell’ultimo periodo è testa a testa; Scafati arriva al -2  (72-70) a meno di due 3′ da giocare. Agrigento resiste e la porta a casa meritatamente.

I TABELLINI
MONCADA AGRIGENTO 82
GIVOVA SCAFATI 79
MONCADA AGRIGENTO: Cannon 19, Evangelisti 22, Cuffaro n. e., Magro n. e., Williams 15, Zilli, Ambrosin 10, Guariglia 2, Pepe 2, Lovisotto 12. ALLENATORE: Ciani Franco. ASS. ALLENATORE: Dicensi Luigi.
GIVOVA SCAFATI: Lawrence 16, Crow 7, Trapani n. e., Spizzichini G. 8, Romeo, Ranuzzi, Ammannato 26, Pipitone 1, Spizzichini S. 18, Santiangeli 3. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Marzullo Alessandro.
ARBITRI: Pepponi Giulio di Spello (Pg), Di Toro Claudio di Perugia, Barbiero Marco di Milano.
NOTE: Parziali: 23-23; 31-11; 11-18; 17-27. Tiri dal campo: Agrigento 31/59 (53%); Scafati 29/58 (50%). Tiri da due: Agrigento 20/36 (56%); Scafati 20/36 (56%). Tiri da tre: Agrigento 11/23 (48%); Scafati 9/22 (41%). Tiri liberi: Agrigento 9/13 (69%); Scafati 12/17 (71%). Falli: Agrigento 19; Scafati 18. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Agrigento 30 (24 dif.; 6 off.); Scafati 29 (22 dif.; 7 off.). Palle recuperate: Agrigento 7; Scafati 9. Palle perse: Agrigento 12; Scafati 10. Assist: Agrigento 17; Scafati 13. Stoppate: Agrigento 2; Scafati 2. Spettatori: 1.000 circa.