Taglio ai finanziamenti del progetto “Girgenti”

Il progetto “Girgenti” salvo? Forse. E’ notizia di ieri, infatti, che il Governo ha deciso di blindare il “Milleproroghe” che contiene al proprio interno appunto anche un decreto che di fatto bloccava i fondi per le periferie del Governo Renzi. Uno virgola uno miliardi di euro che, in piccola parte, sarebbero dovuti servire anche per il progetto di riqualificazione del centro storico che è stato finora il “cavallo di battaglia” di Lillo Firetto. La trattativa con l’Anci aveva sottolineato che le risorse saranno salvate entro il prossimo triennio e distribuite “sulla base delle effettive necessità”, come sostenuto dal presidente Anci e riportato da La Sicilia. Tale posizione ha spaccato l’Associazione dei comuni: il presidente regionale Leoluca Orlando ha infatti definito “incomprensibile” la scelta fatta.

“Se fossero confermate le voci che circolano circa una ‘calendarizzazione’ dei contributi oggi bloccati – ha detto -, non si può non chiedersi con quali criteri, priorità e con quali tempi saranno scelti i Comuni che accederanno ai fondi”.

La traduzione più semplice è che tutto è bloccato e, se va bene, rinviato ai prossimi anni, con Agrigento che non gioca in una situazione particolarmente di forza. Un contesto che non aiuta a capire sul da farsi, tanto che il Comune sta proseguendo con le procedure di affidamento degli incarichi progettuali per ottenere progettazioni definitive e cantierabili. E non è ancora chiaro con quali soldi, quali risorse, quali normative.