Supercoppa, Agrigento batte Salerno ed accede alla Final Eight

Supercoppa Basket. Agrigento Fortitudo vs. Virtus Salerno 66 a59 ed è Final Eight

Serata magica per la Fortitudo. Nella finale del girone E di Supercoppa di Serie B giocata al PalaMoncada, i biancazzurri si impongono per 66 a 59 sulla Virtus Arechi Salerno e staccano il biglietto per Lignano Sabbiadoro dove disputeranno le Final Eight di Coppa Italia il prossimo 24-25-26 settembre. Ennesima prestazione da gladiatore per Chiarastella autore di 15 punti, ma brillano anche Grande con 15 punti e Costi con 11. Sul versante opposto, c’era una formazione ambiziosa come la Virtus Arechiche, dopo un primo quarto complicato, è riuscita a rientrare in partita per la rimanente parte del match, salvo arrendersi alla fine; per i blaugrana Bonaccorso è autore di 14 punti seguito da Rinaldicon 13. Coach Catalani lancia in quintetto Grande, Morici, Costi, Chiarastella e Peterson; coach Di Lorenzo risponde con Coltro, Mennella, Rajacic, Rinaldi e Valentini. La partenza è dei biancazzurri con un 7-0 ispirato da buoni ritmi offensivi. La Virtus Arechi risponde mettendo a segno un controparziale di sette punti che costringe coach Catalani al time-out. La strigliata ha effetti immediati: i padroni di casa stringono le maglie difensive e puniscono in maniera implacabile con Costi e Peterson circostanza che regala l’allungo fino alla prima sirena chiusa con un margine di sicurezza (25-13). Nel secondo quarto prevale un maggiore equilibrio: la Virtus riesce a contenere in difesa senza sfondare in attacco; ne approfittano I biancazzurri che riescono a toccare il massimo vantaggio sul finire di frazione e, alla seconda sirena, chiudono ancora avanti (3725). Nella ripresa, la Virtus Arechisfrutta bene la propria fisicità, circostanza che rende il match meno spumeggiante; si lotta punto a punto e – a fine terzo quarto – Agrigento chiude con sette punti di vantaggio (5447). Nell’ultimo quarto, Agrigento prova ad allungare nuovamente mancando il colpo di grazia del match, mentre Salerno si riaffaccia pericolosamente fino ad un solo possesso (62-59) a poco più di un minuto dalla sirena fallendo, tuttavia, il potenziale pareggio. Di fatto, non succede più nulla perché i biancazzurri hanno la freddezza di chiuderla e per loro si spalancano le porte delle Final Eight.

Moncada Energy Agrigento – Virtus Arechi Salerno 66-59 (25-13, 12-12, 17-22, 12-12)
Moncada Energy Agrigento: Albano Chiarastella 15 (3/6, 2/5), Alessandro Grande 15 (3/7, 2/6), Cosimo Costi 11 (3/5, 0/3), Andrea Lo biondo 9 (1/3, 1/2), Nicolas Morici 8 (2/6, 1/3), Mait Peterson 6 (3/4, 0/0), Giuseppe Cuffaro 2 (1/1, 0/0), Luca Bellavia 0 (0/0, 0/2), Sadio soumalia Traore 0 (0/0, 0/0), Umberto Indelicato 0 (0/1, 0/0), Nicolas Mayer 0 (0/0, 0/0), Santiago Bruno 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 33 6 + 27 (Cosimo Costi 9) – Assist: 11 (Albano Chiarastella 5)
Virtus Arechi Salerno: Antongiulio Bonaccorso 14 (4/7, 1/5), Niccolò Rinaldi 13 (1/5, 3/8), Andrea Valentini 9 (3/5, 0/0), Mattia Coltro 7 (1/4, 1/2), Leonardo Marini 6 (3/4, 0/1), Marco Mennella 5 (1/4, 1/6), Luigi Cimminella 3 (0/1, 1/2), Vladimir Rajacic 2 (1/3, 0/1), Dabangdata Loïq marie 0 (0/0, 0/0), Emanuele Caiazza 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 11 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Andrea Valentini 9) – Assist: 12 (Mattia Coltro 7)