Striscione dell’Akragas esposto al Liotta di Licata in occasione del derby con il Palermo : scattano le denunce della società agrigentina.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Gaetano Longo in qualità di nuovo  tecnico biancazzurro avvenuta  qualche giorno fa  , il presidente dell’Akragas Giovanni Castronovo   in merito allo striscione dell’Akragas esposto allo stadio “Dino Liotta”  in occasione del derby fra Licata e Palermo valevole per  la venticinquesima giornata del campionato di Serie D, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Grazie all’ausilio di telecamere a circuito chiuso, abbiamo individuato i due soggetti che si sono introdotti furtivamente dentro lo stadio Esseneto, scavalcando le mura di cinta, e preso lo striscione “Akragas 2018” che la nostra società aveva omaggiato ai nostri tifosi della Curva ed era esposto dentro l’Esseneto .

Si tratta di un atto, doppiamente vile ed oltraggioso nei confronti della città e  del nostro club, per cui si è deciso, prontamente, di depositare regolare denuncia nei confronti degli interessati, che hanno, dispreggiatamente, esposto il nostro striscione nella curva del “Dino Liotta ” in occasione della gara interna con il Palermo, con il quale, notoriamente, la nostra società ed i nostri tifosi sono gemellati da sempre.

La Digos e gli Organi di Polizia hanno svolto le loro indagini e molto presto lo striscione ritornerà nelle nostre mani, con le giuste conseguenze per i diretti interessati”