Strada per il cimitero di Piano Gatta, Spataro denuncia: “Rischio sicurezza per i visitatori”

Strade inesistenti al cimitero di Piano Gatta ad Agrigento. Una situazione non più tollerabile, che mette addirittura a rischio la sicurezza stessa dei visitatori. Uno stato di trascuratezza che restituisce un’ immagine  certamente sconveniente per un luogo che,per sua natura, dovrebbe presentarsi  decentemente ,pulito e percorribile.” A segnalare la situazione in cui versa la strada che conduce al cimitero di Piano Gatta di Agrigento è il consigliere comunale di “Onda” Pasquale Spataro . “Ormai la strada che porta al cimitero di Piano Gatta -scrive Spataro- diventa scenario di degrado e abbandono . Strada dissestata e piena di buche . Viali impraticabili, con ciottoli talmente grandi ed aguzzi da rendere, in alcuni tratti, il cammino quasi impossibile, soprattutto per le persone più anziane. E poi le erbacce, cresciute a dismisura. Circostanza che in questo periodo dell’anno nasconde un’insidia in più, perché proprio questi cespugli informi diventano ricovero e ricettacolo per vari animali, Andare a trovare i nostri cari è diventato davvero difficoltoso. Si tratta quasi di superare un percorso ad ostacoli tra le voragini presenti sul manto stradale degno di una trazzera di campagna. Diventa snervante-sottolinea Spataro- vedere che un capoluogo di provincia come Agrigento appaia materialmente come lo scenario di un campo di battaglia ridotto in macerie.Ma e’ un trazzera o la strada che arriva al cimitero di piano gatta? L’assessore competente, non ricordo neanche come si chiami, vista la sua assenza totale dal contesto comunale, e’ almeno a conoscenza dei fatti? E se si, cosa ha fatto fino ad oggi? Ma è obbligatorio assumersi responsabilità amministrative quando per le questioni più disparate non si è in grado di onorare il proprio incarico? Neanche i morti hanno dignità in questa città, neanche si può piangere con serenità i propri cari. Ma siamo ad Agrigento o al terzo mondo? Ma veramente non si è in grado di dare risposte, le più elementari, ai cittadini? Ma si può continuare con questo passo amministrativo? Ognuno-conclude Spataro- tragga le proprie conseguenze, ma si arrivi ad una soluzione per questa città che merita amministratori vogliosi, pronti a dare il proprio contributo e non come mero premio, che non si capisce per cosa e perché.”