Stabilizzazione precari comune di Casteltermini: proclamato lo stato di agitazione

Continuano le Assemblee nei comuni dove ancora non è stato concluso l’iter delle stabilizzazioni del personale con contratto a tempo determinato. L’ultima nell’aula consiliare del comune di Casteltermini, indetta dai sindacati di Agrigento, alla quale hanno partecipato per la parte Sindacale i Coordinatori Provinciali Pietro Aquilino (FP CGIL) e Carlos Bonfanti (FP CISL) e i Segretari Generali Luigi Fabrizio Danile (FPL UIL) e Salvatore Parello (FP CISL), mentre a rappresentare l’Ente Comunale, considerata l’assenza del Sindaco Gioachino Nicastro occupato per impegni istituzionali alla Regione Siciliana, vi erano il Vice Sindaco, l’Assessore al Bilancio e il Presidente del Consiglio Comunale. “E’ emersa – scrivono i sindacati- la grande preoccupazione dei lavoratori interessati, considerato il notevole ritardo accumulato, senza che ancora si sia dato inizio al processo di stabilizzazione. Da parte loro il Vice Sindaco e l’Assessore al Bilancio hanno rappresentato quella che è la situazione attuale, comunicando che proprio martedì sera è arrivato il Decreto di approvazione del Bilancio Comunale Riequilibrato con allegate prescrizioni, inviato dal ministero, dicendosi pronti e determinati a dare corso prima possibile a tutte le azioni necessarie per la conclusione della procedura, consapevoli della gran mole di lavoro che li attende. Il presidente del Consiglio Comunale si dice pienamente disponibile a convocare e a svolgere rapidamente i Consigli Comunali per poter esitare entro i termini concessi dal Ministero i Bilanci e i Rendiconti degli anni che vanno dal 2015 al 2020, e il conseguente invio a Roma presso il Ministero competente. Dopo un lungo e serrato dibattito durante il quale é emerso il grave stato di disagio in cui si trovano i lavoratori, all’unanimità dei presenti è stata approvata la proclamazione dello stato di agitazione”