Simula il furto del suo motore e non osserva la misura restrittiva, empedoclino nei guai

Ha simulato il furto del motore per non  permettere agli agenti del commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle la confisca del suo mezzo a due ruote in quanto privo di assicurazione. Nei guai un empedoclino di 36 anni.

A questo si aggiunge che l’uomo, sottoposto ad una misura restrittiva che gli impedisce di uscire nelle ore serali, sarebbe stato “beccato” a bere tranquillamente in un bar. Doppia denuncia dunque quindi per l’uomo.