Sicilia. Smantellate due piazze dello spaccio: diversi arresti

Due operazioni antidroga nella notte dei carabinieri. A Sommatino, in provincia di Caltanissetta, arrestate quattro persone che facevano parte di un’associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Destinatari di un’ordinanza di custodia in carcere sono tre italiani, padre e due figli, e un egiziano accusati di spacciare cocaina, marijuana e hashish nel centro del paese, e in particolare nel rione Mola, che ha dato il nome all’operazione.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Caltanissetta, sono state avviate a febbraio 2019. La mente del gruppo sarebbe stato Salvatore Chiarelli, 54 anni, che avrebbe coordinato le attività illecite, mettendo a disposizione la propria rete di conoscenze nel narcotraffico e la propria abitazione di campagna per nascondere la droga. Ad occuparsi della vendita al dettaglio della sostanza stupefacente sarebbero stati i suoi figli Fabio e Nicola Chiarelli, rispettivamente, di 29 e 26 anni, e il 22enne egiziano Said Chaban Tamraz.

E una ‘piazza di spaccio’ è stata smantellata nello storico rione San Cristoforo a Catania, che ‘fatturava’ 10mila euro al giorno. I militari dell’Arma del Comando provinciale hanno arrestato 25 persone.