Si schianta con la moto: morto il boss Campailla

Incidente stradale, nel pomeriggio di oggi, sulla strada provinciale Comiso – Santa Croce Camerina. La vittima è Mario Campailla, 56 anni, pregiudicato comisano soprannominato “saponetta” o “u checcu” che, da due mesi era uscito dal carcere e si trovava agli arresti domiciliari.

Pare che l’uomo avesse comunque il permesso di uscire da casa in determinati orari per esigenze personali.

Campailla viaggiava in sella alla sua moto, una Kymco. Proveniva da Santa Croce Camerina e si stava dirigendo verso Comiso. Potrebbe aver perso il controllo del suo mezzo, finendo sulla corsia opposta. E’ finito contro il guard rail ed è morto sul colpo.

I rilievi sono stati effettuati dalla Polizia provinciale.

Il fascicolo è stato affidato al sostituto procuratore Francesco Riccio.

Secondo una prima ricostruzione, Campailla era a bordo della sua moto, quando è rovinato a terra, sbattendo con la testa in prossimità del ciglio della strada.

Data la caratura criminale del personaggio, già condannato anche per mafia, sul sinistro stanno indagando in maniera molto dettagliata le forze dell’ordine.


Dal Web