Sequestrate 5 tonnellate di marijuana, avrebbe fruttato 25 milioni di euro

Immesse sul mercato dello spaccio avrebbero fruttato 25 milioni di euro, le 5 tonnellate di marijuana sequestrate dai militari della Guardia di finanza di Ragusa. Erano in quattro serre realizzate su un’area di 10mila metri quadrati. Nell’ambito della stessa operazione le Fiamme gialle, in esecuzione di un’ordinanza del Gip, hanno arrestato un ragusano di 53 anni, ‘amministratore di fatto’ di un’azienda florovivaistica.

E’ attualmente irreperibile un suo coetaneo romeno, ‘gestore’ di un fondo agricolo sul quale coltivava marijuana all’insaputa del proprietario del terreno. I due sono indagati per produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti.

Le serre erano state realizzate in una zona impervia del Ragusano, dove sono stati trovati, complessivamente, oltre 7.000 arbusti in piena fioritura, alti tra i 150 e i 200 centimetri, nascosti da una ‘barriera’ di ortaggi ad alto fusto. Secondo stime degli investigatori, sarebbe stato possibile ricavarne oltre 3,5 milioni di dosi.