Scoprire la Sicilia in macchina: ecco i consigli giusti per un viaggio perfetto

Un viaggio in macchina lungo le coste della Sicilia e nell’entroterra dell’isola offre l’occasione giusta per scoprire borghi meno noti e angoli remoti della Trinacria. Un esempio su tutti è quello offerto dal borgo di Scopello, che con la sua piazza e la sua tonnara offre scorci spettacolari anche a chi si diletta nello scattare foto da pubblicare sui social network. La tonnara antica, situata sotto due torri risalenti al Medio Evo, è stata sottoposta a ristrutturazione per essere trasformata in un lido balneare, che ha il pregio di trovarsi di fronte a due grandi faraglioni. Qui è presente anche il museo della pesca, che merita una visita speciale.

Come muoversi in macchina in Sicilia

Tra una brioche alla ricotta e una granita alla mandorla, esplorare la Sicilia in auto può risultare complicato per chi viene da fuori e raggiunge l’isola in treno o in aereo. Ovviamente basta affidarsi a una società di car renting per risolvere il problema: o, ancora meglio, si può decidere di noleggiare un’auto con easyterra.it, il comparatore di tariffe che mette a confronto i prezzi proposti dalle più importanti compagnie di noleggio presenti in Sicilia. Così si può essere certi non solo di trovare la vettura che si desidera, ma anche di ottenerla e di poterla guidare al più basso prezzo possibile. Così, a bordo di questo veicolo si può esplorare qualsiasi angolo dell’isola, come il borgo di Erice o la Riserva Naturale dello Zingaro. Quest’ultima destinazione è raccomandata in particolare a chi adora la natura incontaminata e selvaggia, con la macchia mediterranea che si alterna alle tante calette che si susseguono. Certo, l’importante è non dimenticarsi di indossare delle calzature confortevoli, perché ci potrebbe essere un bel po’ da scarpinare. Per riposarsi, è sufficiente fare tappa presso i musei delle attività marinare e agricole.

Gli itinerari successivi

San Vito Lo Capo e Cala del Bue Marino sono altre due mete ricche di fascino, specialmente per i turisti che non hanno mai avuto l’occasione di visitarle. La Spiaggia del Bue Marino, con i suoi scogli e le acque trasparenti del suo mare, è ideale per un bagno impossibile da dimenticare. Non che la spiaggia bianca di San Vito Lo Capo abbia qualcosa da invidiarle, sia chiaro! Nel caso in cui ci si trovi da queste parti intorno alla fine del mese di settembre, per altro, si può cogliere l’occasione per frequentare il Cous Cous Fest, un must per gli amanti della buona tavola. Anche Marsala è una delle cittadine da scoprire in occasione di un viaggio on the road in Sicilia: splendida è piazza Purgatorio, con il suo stile barocco, ma più in generale si rimane stupiti osservando il color giallo tufo dei viali monumentali. A metà strada tra Marsala e Trapani ci sono le Saline della Laguna, dove è possibile usufruire di visite guidate (ne inizia una ogni ora). Una volta ogni mezz’ora, inoltre, parte la barca che conduce a Isola Lunga, cioè la più grande delle isole dello stagnone, in cui è consigliabile sperimentare il bagno di sale all’insegna del benessere o semplicemente una passeggiata nelle saline. Tra Marsala e Mazara del Vallo, invece, merita grande attenzione la spiaggia di Lido Signorino.

Mazara del Vallo e la Tonnarella

A proposito di Mazara del Vallo, la spiaggia migliore che si possa trovare è quella della Tonnarella, che si sviluppa per circa 8 chilometri raggiungendo Capo Feto. Non è molto distante Selinunte, con la sua area archeologica che racconta la storia di una città che ha circa 2.700 anni alle spalle. Anche chi non conosce le vicende degli antichi Greci farà fatica a restare insensibile di fronte alla splendida acropoli che si affaccia sul mare. Tornando a Mazara, poi, vale la pena di concedersi una passeggiata sul lungo mare, per poi esplorare le varie anime della città, con le case arabe che si alternano alle chiese monumentali: un vero e proprio mix di culture che si traduce in un melting pot di stili architettonici, tra porticcioli e viali alberati.

Come e dove concludere il viaggio on the road in Sicilia

Prima di riportare la macchina all’auto noleggio, l’ultima meta che permette di concludere nel migliore dei modi il viaggio in Sicilia, è la celebre Scala dei Turchi. Si raggiunge con una camminata lungo la spiaggia: un piccolo sacrificio che viene ripagato dallo spettacolo offerto da questa parete di roccia a picco sul mare che spicca per il suo marmo bianco. E, volendo, a nemmeno un quarto d’ora di distanza da qui c’è la famosa Valle dei Templi.