Sciacca, situazione idrica: il sindaco Valenti scrive all’Ati

Il sindaco di Sciacca, Francesca Valenti, chiede un sopralluogo per la verifica dei pozzi, degli impianti e della rete idrica del Comune di Sciacca.

La stessa ha inviato una lettera all’ATI, alla Prefettura e alla Procura.

Premesso che – scrive Valenti– da diverso tempo nel Comune di Sciacca si registrano gravi disservizi nella gestione del servizio idrico, cui sono seguite diffide e contestazioni; che, conseguentemente, nelle ultime settimane la città sta subendo una gravissima crisi idrica, senza precedenti per estensione territoriale e durata; che la mancanza di erogazione dell’acqua è stata denunciata all’Autorità giudiziaria prefigurando l’ipotesi di reato di interruzione di pubblico servizio; che le risposte del Gestore alle numerose diffide non trovano riscontro nella reale situazione di mancanza di erogazione e approvvigionamento; che il Gestore non ha comunicato e provato l’esistenza di cause oggettive, impreviste, imprevedibili e insolvibili che possano giustificare la mancata erogazione; che la mancanza di acqua compromette l’igiene e la sicurezza pubblica; visto l’art. 2 della Convenzione che riconosce alla concedente ATI il controllo dei servizi affidati; l’art. 20 della convenzione che attribuisce alla concedente ATI l’attività di vigilanza e di controllo sulla gestione del S.I.I.; l’art. 21 della convenzione che impone al Gestore di consentire l’effettuazione di tutti gli accertamenti, sopralluoghi e verifiche ispettive; l’art. 36 che testualmente dispone: “In caso di inadempienza grave del gestore, qualora vengano compromesse la continuità del servizio, l’igiene pubblica, oppure il servizio venga eseguito parzialmente, il Concedente potrà prendere tutte le misure necessarie per la tutela dell’interesse pubblico con oneri del gestore, compresa la provvisoria sostituzione del Gestore medesimo”; tutto ciò premesso e visto chiede a Codesta ATI un urgente sopralluogo con verifica ispettiva dei pozzi, degli impianti e della rete idrica del Comune di Sciacca nonché l’immediata sostituzione del Gestore al fine di assicurare la continuità e l’efficienza del servizio idrico e di garantire l’igiene e la sicurezza pubblica del Comune di Sciacca“. “A tal fine, la sottoscritta chiede la convocazione urgente del Consiglio Direttivo dell’ATI proponendo quale sede la sala Giunta del Comune di Sciacca“, conclude la Sindaca Valenti.