Sciacca, sequestro di beni a “Laterizi Fauci”

A Sciacca la Guardia di Finanza ha sequestrato beni per oltre mezzo milione di euro agli amministratori di 3 società comprese nel gruppo imprenditoriale “Laterizi Fauci”. Si tratta di un sequestro preventivo eseguito per una omissione dei previsti versamenti Iva e per mancati versamenti di contributi Inps per oltre 2 milioni e 450 mila euro. Il provvedimento è stato adottato a seguito di mirate indagini coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca, Carlo Boranga, a seguito di una segnalazione della direzione provinciale dell’Agenzia delle entrate di Palermo. Le società interessate sono la Laterizi Fauci, la Laterizi Akragas e la Latersiciliana. Le contestate violazioni sono relative agli anni d’imposta 2012 e 2013, e sono state ascritte agli amministratori delle società coinvolte: Francesco Fauci, Rosaria Di Grado ed Alfonso Pumilia.