Ritrovata la sedicenne fuggita dal Camping di San Leone in preda a probabile crisi di schizofrenia

Una ragazzina sedicenne di nazionalità francese, in preda ad una crisi di schizofrenia, era scappata questa mattina dal Camping di San Leone. Tutta la zona balneare era stata messa a tappeto con un dispiegamento di forze dell’ordine, dai carabinieri ai volontari della protezione civile. Ogni qualvolta qualcuno cercava di avvicinarla, si arrampicava sugli alberi o entrava nelle villette. Era stata pure all’Aquaselz dove si era fatta prestare un cellulare per chiamare la famiglia in Francia. Con non poche difficoltà, alla fine è stata ritrovata intorno le 12.30 nel chiosco di Maddalusa, sotto il boschetto. La sedicenne, esperta in arti marziali, verrà adesso rimpatriata immediatamente. Si trovava ad Agrigento con un gruppo di ragazzi stranieri che alloggiavano nel camping di San Leone per un progetto Erasmus di studenti stranieri. Importante è stato il lavoro dei carabinieri congiuntamente ai volontari della Protezione Civile che hanno dato una grande mano d’aiuto.