Scala del Turchi. Zicari: “La passerella osteggiata dagli ambientalisti”

REALMONTE. La scala dei Turchi merita rispetto. Il sindaco di Realmonte, Lillo Zicari rilancia. “Passerella o pontile galleggiante? Noi ci abbiamo provato”.

“Abbiamo presentato – dice il capo dell’amministrazione comunale – un progetto alla Sovrintendenza per farci autorizzare una passerella estesa per circa 50 o 60 metri, tanto quanto è lungo il percorso che i turisti fanno, guadando il mare per giungere alla scogliera. Ma il progetto ci è stato bocciato “.

Zicari si è ritrovato di fronte ad un bivio: chiudere definitivamente la possibilità di far arrivare i turisti ed i bagnanti sulla scogliera oppure pensare ad un percorso per mare

“Si è presentato il problema della parte iniziale – dice Zicari – che è la più scivolosa. Sono tornato dalla Soprintendenza e mi sono fatto autorizzare quella passerella di 7 metri che vedete. Di più non sono riuscito ad ottenere anche per l’ostruzionismo che abbiamo registrato da parte di una associazione ambientalista”.

Il sindaco si giustifica. Ma a lui chiediamo, se crede che il progetto sia valido di insistere con la Regione. E con la soprintendenza. Magari con un po’ di mediazione si può raggiungere l’obiettivo e recuperare questa figuraccia mondiale.

Zicari è determinato. “Le assicuro – ha detto – che non mollo. E sulla Scala dei Turchi ci saranno presto importanti novità”.

Una correzione all’articolo precedente: il crollo di alcune parti del costone che hanno determinato l’ordinanza di chiusura della zona sottostante alla scogliera è avvenuto il 16 dicembre 2017 e non il 17 dicembre.” Tanto per non essere superstiziosi”.