Salta il presepe vivente di Montaperto, Nino Amato: manca la forza lavoro

Dopo 11 edizioni e mai una pausa, il presepe vivente di Montaperto si stoppa. “Manca la forza lavoro” – spiega il suo ideatore Nino Amato. “Sono desolato – continua l’assessore – mi rattrista molto sospendere, sia pure momentaneamente questa esperienza che, è andata avanti con successo per ben undici anni di seguito, purtroppo però chi ha collaborato in questi anni si trova a lavorare fuori ed è impossibile pensare di allestire un presepe di queste proporzioni senza di loro, speriamo di tornare dal prossimo anno”.

Il “Montaperto Presepe di Agrigento“, Presepe Vivente, si era tenuto negli ultimi 11 anni durante il periodo natalizio. Il borgo si vestiva a festa di magia e tradizione. Una delle vie più antiche ha dato vita ad un meraviglioso percorso, fatto di affascinanti profumi e sapori, alla riscoperta dei mestieri di un tempo, ha guidato alla piccola capanna e alla tenera vista della santa famiglia. Un mondo semplice, genuino e caloroso, impreziosito e allietato dalla musica e dagli spettacoli che hanno reso ancor più speciali quei giorni di festa. Un’iniziativa che ha portato a conoscere il borgo, ha attirato centinaia di scolaresche, turisti, curiosi e visitatori da ogni parte dell’isola.